vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Visone appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Alessandria

Storia

La prima citazione "storica" del paese è riportata in una preziosa pergamena del sec. X. Si tratta dell'atto relativo alla fondazione dell'Abbazia di San Quintino a Spigno nell'anno 991. Questo importantissimo documento venne stipulato nel Castello di Visone.
Tra il 1500 e il 1700 il Borgo medioevale si trasformò in centro urbano con la costruzione di case al di fuori del borgo stesso, della nuova chiesa Parrocchiale in località Caldana, del Palazzo a Corte con loggiato e colonnati (Palazzo Rossi - Madama).
Nella seconda metà del 1600 visse e lavorò il pittore Giovanni Monevi.
Nel 1861 un'alluvione e il conseguente straripamento del fiume Bormida provocarono una frana nel Borgo vecchio che coinvolse alcune case e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Borgo.
Nel 1893 fu inaugurata la linea ferroviaria Acqui - Ovada, estesa l'anno successivo sino a Genova, che collegò direttamente Visone alle due città.
Nel 1895 nasce la filanda per la lavorazione di seta e lana.
Nel 1897 inizia lo sfruttamento delle Cave di calcare e si costruiscono le fornaci per la cottura della pietra e per ottenere la calce idrata.
Nel 1910 inizia la produzione di energia elettrica nella centrale lungo il Bormida.
Nel 1929 Visone viene inglobato nel Comune di Acqui e ne segue le sorti fino al primo gennaio 1948, anno in cui riprende la propria autonomia.